CLEAN ENERGYEconomia

L’AD Gola a LaChirico: “Acea vuole rafforzare il proprio ruolo di attore principale nella transizione energetica”

Anche Acea ha il suo Green Deal, e l’ad Giuseppe Gola getta il cuore oltre l’ostacolo: “Siamo ambiziosi e ottimisti – dice l’ingegnere Gola in una conversazione con LaChirico.it – Per un’azienda già strutturalmente sostenibile, la nostra strategia per la transizione ecologica significa che d’ora in poi produrremo esclusivamente luce da fonti rinnovabili e, quanto al gas, compenseremo le emissioni di Co2 con l’acquisto di crediti di carbonio certificati”.

A gennaio Acea ha lanciato il suo primo Green bond che ha riscosso un enorme successo sul mercato dei capitali. Quali vantaggi si attende da questa nuova formula di finanziamento? “Il green bond, per un importo complessivo di 900 milioni di euro, ha registrato un grande successo, ricevendo richieste finali pari a oltre sette volte l’ammontare offerto. I proventi dell’emissione saranno destinati a finanziare progetti che perseguono obiettivi di sostenibilità: protezione della risorsa idrica, resilienza della rete di distribuzione elettrica, efficienza energetica, mobilità elettrica, sviluppo dell’economia circolare e incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili. Nel Piano 2020-2024, dei 4,7 mld di euro di investimenti complessivi ben 2,1 mld (più 400 milioni rispetto al Piano precedente) sono riferibili a specifici target di sostenibilità, scelti per priorità e rilevanza”.

Nelle aziende i cosiddetti obiettivi ESG sono sempre più importanti. Lei come li interpreta? “La sfida principale, a mio giudizio, è la decarbonizzazione. Grande impulso infatti verrà dato alla produzione energetica da fonti green a sostegno della transizione energetica. Acea intende rafforzare il proprio ruolo di attore principale nel processo di transizione energetica. Vogliamo investire nell’evoluzione tecnologica della rete, con progetti di digitalizzazione tramite telecontrollo e sistemi di IoT (Internet of Things), e con l’installazione di smart meter di seconda generazione”.

E per quanto riguarda il sistema idrico? “Anche su questo registriamo progressi. Nell’area metropolitana di Roma siamo passati dal 43,5% di dispersione del 2017, l’anno della crisi idrica, al 29,5% di fine 2020. È un dato molto buono e ben al di sotto del 42% di media nazionale”. Può indicarci un orizzonte temporale per il raddoppio dell’Acquedotto del Peschiera? “E’ un progetto dimensionalmente importante, da 800 milioni. La nomina del commissario dovrebbe portare a un’accelerazione: la progettazione è stata completata, entriamo nella fase di autorizzazione della Via (Valutazione d’impatto ambientale, ndr) e cominceremo a lavorare al bando pubblico per assegnare, in vari lotti, le opere sul raddoppio. Queste due ultime fasi potrebbero essere completate ragionevolmente in 18 mesi con il commissario, per cui potremo arrivare alla posa della prima pietra realisticamente nella prima metà del 2023 e concludere l’opera entro il decennio in corso”.

Con il decreto Semplificazioni il governo intende velocizzare le procedure autorizzative. Lei è ottimista? “Io sono ottimista, respiro aria di ripartenza e penso che faremo bene. Il decreto Semplificazioni è un provvedimento di indubbia rilevanza, un vero cambio di passo rispetto al passato. Risulta del tutto positiva, tra l’altro, la definizione della nuova governance, la riduzione delle tempistiche per la Via speciale e dei poteri sostitutivi del governo in caso di inerzia degli enti attuatori. Tuttavia, con particolare riguardo al fotovoltaico, considerati gli obiettivi del PNIEC al 2030, il raggiungimento di target così ambiziosi rende necessarie ulteriori misure di semplificazione sul permitting dei nuovi impianti, compreso l’utilizzo dei terreni dismessi o degradati non rientranti in aree industriali o produttive, e sul repowering degli impianti esistenti”. Insomma, c’è ancora molto da fare. “Ma siamo sulla strada giusta, dobbiamo essere ottimisti”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!