Attualità e politica

Illy: “Lo Stato non può permettere l’interruzione violenta di un pubblico servizio senza reagire. No ai ricatti estremisti”

“Lo Stato non può permettere l’interruzione violenta di un pubblico servizio senza reagire, il rischio oggi è lasciar scivolare il Paese in anarchia e ricatti estremisti”, a parlare è Riccardo Illy, imprenditore e già sindaco e Presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia, a proposito della protesta dei portuali di Trieste.

Illy, in un’intervista a Repubblica, dichiara di condividere pienamente la linea del premier Draghi: “Condivido in pieno la linea del governo Draghi. Vaccini e green pass servono a neutralizzare il virus e a contrastare le varianti. L’obbligo di certificazione spinge sicurezza collettiva e ripresa economica. Sono obiettivi non rimandabili e aver fissato una scadenza pone l’Italia all’avanguardia tra i Paesi democratici”.

Lo Stato deve intervenire ed evitare che le proteste diventino guerriglia urbana: “La crescente sensazione di impunità di un ribellismo violento che usa il vaccino quale foglia di fico per inconfessati obiettivi di destabilizzazione politica. Per questo mi auguro che a Trieste e altrove lo Stato intervenga con la forza delle leggi a difesa dei diritti costituzionali, primi fra tutti salute e lavoro”, conclude Illy.

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!