LifestyleTendenze

Casa, come cambiano le esigenze degli italiani dopo la pandemia

Ci sono oltre due milioni di persone in più, rispetto al 2019, che hanno intenzione di cambiare casa nei prossimi quattro anni. Prima della pandemia la quota di italiani convinti a trasferirsi in una nuova abitazione era pari al 22%, mentre nel 2021 sale al 26%. È quanto emerso da CasaDoxa 2021, la quarta edizione dell’Osservatorio nazionale sugli italiani e la casa di BVA Doxa relativamente ai principali cambiamenti in atto nella società e nelle case degli italiani, realizzato tra aprile e maggio 2021 intervistando online oltre 7.000 famiglie italiane.

Dopo più di un anno chiusi in casa, le persone cercano sempre più soluzioni con spazi all’aperto o vicine ad aree verdi. Tra i requisiti per la casa perfetta, compare dunque la presenza di giardini e terrazzi (67%, +9% rispetto al 2019) e spazi verdi a pochi minuti di distanza a piedi (65%, con un incremento del 17% sul 2019). Inoltre, essendo stati costretti a ridurre tutte le relazioni interpersonali, un’altra componente importante per tre italiani su cinque è il buon vicinato.

Essendosi tutti abituati allo smart working, il criterio della vicinanza al luogo di lavoro perde posti in classifica rispetto agli anni precedenti, sebbene restino comunque importanti la vicinanza ai trasporti pubblici (55%) e la presenza di un garage o di un posto auto (65%).

I cittadini sono maggiormente sensibili al tema green ed è per questo che la presenza di colonnine di ricarica nei pressi dell’abitazione è un criterio ritenuto molto importante dal 37% degli italiani che intendono comprare casa.

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!