EconomiaLE TASCHE DEGLI ITALIANI

Lavoro, contratti a tempo determinato cresciuti del 36% in 10 anni, ma l’occupazione sale solo dell’1,4%

Negli ultimi dieci anni le aziende hanno privilegiato i contratti determinati rispetto all’impegno di un indeterminato, confermando la precarietà del mondo del lavoro, è quanto emerso dal Rapporto 2021, presentato il 16 luglio a Montecitorio.

Come racconta il Corriere della Sera, i contratti a termine sono aumentati di oltre 800 mila unità, salendo del 36,3%, portando, però, solo ad un aumento dell’1,4% dell’occupazione.

Situazione ancor più aggravata dal Covid, basta pensare che nel trimestre marzo-maggio 2021 gli occupati precari sono saliti di 188mila unità mentre gli stabili sono diminuiti di 70mila unità.

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!