EconomiaLE TASCHE DEGLI ITALIANI

Piemonte e Liguria, nel Nord Ovest il Covid ha cancellato 60.500 posti di lavoro

La crisi ha cancellato a Nord Ovest circa 60.500 posti nell’anno della pandemia. Un report della Regione Piemonte ha mostrato che il numero di inattivi è salito a 41mila, con picchi di 56mila a metà 2020. Persi oltre 50mila posti di lavoro, mentre la Liguria ha subito un calo degli occupati di 10.509 unità.

Come racconta il Sole 24 Ore che fornisce una fotografia delle due Regioni, in Piemonte il tasso di occupazione è sceso di due punti percentuali: la Regione ha perso lo scorso anno almeno 50mila occupati. Ciò che colpisce è la transizione verso lo stato di disoccupazione e ancor di più verso quello dell’inattività. “La crescita economica deve superare quota 2% per potersi tradurre in creazione di nuovi posti di lavoro”, ha dichiarato il presidente degli industriali di Torino, Giorgio Marsiaj, alla presentazione dei dati sulla congiunturale per il terzo trimestre. L’emergenza riguarda, quindi, la creazione di nuovi posti di lavoro, ma anche ridare fiducia ai cittadini.

Il report di Bankitalia riguardante la Regione Liguria, invece, mostra che il settore più duramente colpito è quello del turismo che ha visto un calo dei flussi di visitatori di oltre il 40% e i transiti crocieristici azzerati. Dall’analisi si evince, inoltre, che “la movimentazione mercantile presso i porti liguri si è ridotta di quasi il 15%”.

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!