EconomiaINNOVAZIONE

Porto di Trieste, FS investe per aumentare il traffico merci

Il gruppo Ferrovie dello Stato ha avviato pochi giorni fa il riassetto della stazione di Trieste Campo Marzio, lo scalo ferroviario al servizio del bacino portuale. L’investimento da parte di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) vale 112 milioni di euro e conferma la volontà e l’impegno del Gruppo ad aumentare il traffico merci nel porto friulano.

Come racconta il Sole 24 Ore, negli ultimi anni il porto di Trieste è diventato uno dei primi scali in Italia per volumi ferroviari, passando da 6mila treni annui nel 2015 a circa 10mila nel 2020.

Il progetto di FS prevede un nuovo fascio di binari sulle aste “Parenzane”, collocate tra la Riva Traiana e il museo ferroviario della Fondazione Fs, e l’attivazione di un secondo binario per il porto. Quando i lavori saranno finiti, la stazione Trieste Campo Marzio potrà ricevere treni lunghi fino a 750 metri. In questo modo Rfi adempie ad uno standard europeo, già rispettato in Friuli nelle stazioni di Pontebba, Tarvisio, Carnia, Tarcento, Gorizia e Monfalcone.

Inoltre, si consolida l’asse con Pordenone: è stato inaugurato il primo collegamento su rotaia tra l’interporto di Pordenone e il porto di Trieste. È il primo tassello di un progetto più ampio che mira a creare una piattaforma logistica regionale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!