Attualità e politica

Zaia: «Campagna elettorale carica di veleni. Tragico essere eletti con affluenza così bassa»

«Non è un momento facile per il Paese. Eppure, ho visto una campagna elettorale piena di veleni. Sembra la tempesta perfetta». Ha esordito così il governatore del Veneto Luca Zaia, in un’intervista al Corriere della Sera.

«Bisogna stare attenti a non creare un conflitto sociale. Siamo ancora dentro l’emergenza Covid e il Paese non può uscirne spaccato a metà come una mela. Deve calare la tensione. In questo momento è cruciale il ruolo del premier Draghi. È persona pragmatica e di grande equilibrio».

Sulle elezioni amministrative, non si fa che parlare di cocente sconfitta del centrodestra. Zaia non è dello stesso avviso: «Nelle grandi città non siamo riusciti a vincere, ma il sindaco non l’avevamo nemmeno prima». «Mi sarei aspettato che si mettesse in risalto che i 5 Stelle avevano Torino e Roma e ora non li hanno più. Sono loro i veri sconfitti di queste elezioni», ha aggiunto il presidente della Regione Veneto.

Da non sottovalutare nemmeno la bassa affluenza alle urne: «Quello è il partito più forte in assoluto. Un cittadino su due non ha votato. Da amministratore penso che essere eletti con bassa affluenza alle urne sia tragico».

Zaia fa allora un bilancio: «Come Lega abbiamo conquistato un’ottantina di Comuni in più», ha detto, «se avessimo perso in 70 Comuni ma vinto a Roma saremmo dipinti come autori di uno straordinario exploit. Perché è tutto un problema di comunicazione».

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!