CLEAN ENERGYEconomia

Frenata rinnovabili: iter aste troppo lento

L’Italia, seppur virtuosa quanto a impianti a fonti rinnovabili installati, ha registrato una brusca frenata nella realizzazione di nuove centrali fotovoltaiche ed eoliche. Uno stop che rischia di incidere sul raggiungimento degli obiettivi europei della neutralità climatica, con scadenza il 2050, e il vincolo delle riduzioni di emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030.

Come riporta La Repubblica, gli occhi sono ora puntati sulle prossime aste, che assegneranno nuova capacità agli operatori, e sulle nuove regole che dovrebbero accorciare gli iter burocratici per il rilascio dei permessi, in parte introdotte già con il decreto Semplificazioni dal governo Draghi, in parte in arrivo con ulteriori riforme promesse dal ministro della Transizione energetica, Roberto Cingolani.

Secondo gli operatori, a frenare la crescita delle rinnovabili, e di conseguenza scoraggiare la partecipazione alle gare, non sarebbe tanto la mancanza di investimenti o di progetti, bensì la burocrazia. La ragione è che le aste in Italia vengono spesso e volentieri disertate a causa di iter considerati eccessivamente lenti, soprattutto se paragonati a quelli di altri paesi.

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!