Attualità e politica

Palù: “I vaccini sono efficaci. I giovani devono immunizzarsi, un gesto per la comunità”

“Delta è destinata a diventare dominante da noi e nel resto d’Europa come già avvenuto in UK, in US ed in altre parti del mondo (India, Brasile, Bangladesh)”, lo dichiara il virologo Giorgio Palù, a capo dell’Aifa.

“Sta rapidamente soppiantando la variante Alfa (Inglese) grazie a una maggiore trasmissibilità (superiore di circa il 40-50%), corrispondente a un netto aumento del numero di riproduzione virale R (indice di contagiosità). Un soggetto infettato può infatti trasmettere il virus ad altri 3,5-4 contatti”, spiega l’esperto al Corriere della Sera.

Palù conferma l’efficacia dei vaccini: “La diffusione della variante Delta di SARS-CoV-2, in prevalenza tra i giovani non vaccinati, spesso in forma asintomatica o paucisintomatica, può destare preoccupazione specialmente per quei soggetti che esitano a vaccinarsi – sono circa 5 milioni gli over 50 – e che sono i più esposti a manifestazioni gravi di COVID-19. Al momento, nonostante il netto incremento dei casi positivi, l’impatto sui servizi ospedalieri sembra abbastanza limitato. Ma è proprio in questa fase che dobbiamo continuare a puntare sulle vaccinazioni, sulle misure igienico-sanitarie di prevenzione e sul tracciamento diagnostico per contenere i nuovi focolai”.

Basta guardare il caso dell’Inghilterra, dove i casi di contagio sono in aumento, ma non i letti occupati in terapia intensiva e i ricoveri: “In Inghilterra, nonostante la variante Delta rappresenti oltre il 95% dei casi di infezione, l’efficacia dei vaccini è estremamente elevata nel prevenire sia le forme gravi che le ospedalizzazioni da COVID-19 e la letalità accertata è inferiore all’1/1000, vicina a quella dell’influenza stagionale, 11 volte più bassa rispetto all’anno precedente in assenza di vaccinazione. È però cruciale effettuare una stretta sorveglianza”.

Palà rivolge poi un invito ai più giovani, che non devono sottrarsi alla campagna vaccinale: “Sono la fascia di età che è maggiormente a rischio in questo periodo sia per la maggiore vita sociale e la minore attenzione alle restrizioni sia per l’ancora insufficiente copertura vaccinale. Li invito pertanto a immunizzarsi per contribuire a ridurre la diffusione del virus e raggiungere l’obiettivo dell’immunità protettiva il che significa esercitare un gesto di responsabilità verso l’intera comunità”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!