CLEAN ENERGYEconomiaLifestyleViaggi

“Venezia capitale della sostenibilità”: l’impegno di Snam, Eni, Generali

Rendere Venezia una città sostenibile, rilanciando il porto di Marghera per la produzione di energie alternative, puntando alla riqualificazione urbana e promuovendo il patrimonio artistico e culturale. Sono gli obiettivi del progetto della Fondazione “Venezia capitale mondiale della sostenibilità”, sottoscritto ieri alla presenza dei ministri dell’Economia, Daniele Franco, e della Pubblica amministrazione Renato Brunetta, nella giornata della Conferenza sul clima al G20 finanziario.

Si tratta di un impegno di spesa stimato tra 2,5 e 4 miliardi di euro, pubblici e privati, a cui contribuiranno, tra le altre, Snam, Generali, Eni, Confindustria Veneto e Boston Consulting Group. La sede della Fondazione sarà messa a disposizione da Generali: “Sarà le Procuratie Vecchie in Piazza San Marco, di cui è prossima la fine dei lavori di ristrutturazione”, ha annunciato il Group Ceo Philippe Donnet.

“Venezia può giocare un ruolo, essere un posto in cui si studia e promuove questo nuovo schema di gioco, dove si studiano metodologie per un 2050 carbon free”, ha spiegato Marco Alverà, ad di Snam.

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!