EconomiaFINANZA

Fmi: nel 2021 crescita del 6% ma con andamenti diversi

Una ripresa globale robusta ma diseguale, questa la previsione del Fondo monetario internazionale nel World Economic Outlook rilasciato ieri.

Come racconta il Sole 24 Ore, secondo le nuove stime, il Pil mondiale è sceso del 3,3% lo scorso anno, contro il -4,4% previsto a ottobre. Nel 2021, la crescita sarà del 6% contro il 5,5% stimato a gennaio. Per il 2022 si aspetta una crescita del Pil del 4,4%.

In testa gli Stati Uniti che quest’anno cresceranno del 6,4% e saranno “l’unica grande economia a superare il livello di Pil previsto per il 2022”. Dopo aver pagato un caro prezzo per la prima ondata di Covid-19, la campagna vaccinale procede a ritmo spedito e le previsioni sono ancora più alte rispetto a quelle di gennaio, in cui si aspettava una crescita del 5,1%.

L’Eurozona crescerà del 4,4% nel 2021 e per tornare ai livelli pre-Covid bisognerà aspettare il 2022, come ha sottolineato la capoeconomista dell’Fmi Gita Gopinath. La crescita avrà comunque “andamenti differenti”.

La Cina crescerà dell’8,4%, superando la soglia del 6% prevista da Pechino.

L’Fmi ha lanciato l’allarme sui vaccini, che restano la chiave di volta per la ripresa economica. Gopinath ha ribadito che l’accesso ai vaccini “è profondamente iniquo”, considerando che la maggior parte dei paesi più poveri dovranno aspettare fino alla fine del 2022 per le campagne vaccinali di massa.

Guardando l’Italia, le previsioni sono di aumento del Pil del 4,2%, dunque più ottimistiche rispetto al 3% stimato a gennaio.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!