Internazionale

L’Indonesia avvia la campagna vaccinale: priorità a influencer e giovani

L’Indonesia ha avviato la campagna vaccinale e lo ha fatto andando controtendenza rispetto al resto del mondo: le fasce considerate prioritarie sono i giovani, rispetto agli anziani. Ma non solo, le prime inoculazioni sono spettate agli influencer con più followers sui social.

E così è toccato a Raffi Ahmad, che ha 33 anni e raccoglie 50 milioni di follower. Sotto il video della vaccinazione ha scritto: “Grazie ad Allah c’è il vaccino…Non abbiate paura!”.

In uno dei paesi più colpiti in Asia, con 25mila morti su 870mila casi, dunque la strategia è di vaccinare le persone più esposte al virus, per evitare che queste a loro volta possano vaccinare la fascia più anziana della famiglia: “Puntiamo su chi può diffondere di più il virus perché deve incontrare più persone per lavoro come i conducenti di moto taxi, i poliziotti e i soldati. Non è solo per tenere viva l’economia che vacciniamo prima chi è produttivo, ma per proteggere la popolazione”, ha dichiarato il ministro della Salute Nadia Tarmizi.

Come racconta La Stampa, però, la verità è che l’Indonesia ha comprato le fiale della cinese Sinovac, che non ha effettuato test sugli over 60. Al momento sono stati distribuiti 3 milioni dei 125 milioni di dosi ordinati, destinati prioritariamente alle isole di Java e di Bali dove si è registrato il 60% dei casi.

Il governo ha dichiarato che quando arriveranno le dosi di Pfizer/BioNTech, allora verranno vaccinati anche gli anziani per raggiungere l’immunità di gregge. I conti però non tornano: l’immunità si raggiunge quando la dose viene inoculata tra il 60 e il 72% della popolazione. Ma il piano vaccinale prevede la vaccinazione del 67% della popolazione tra i 18 e i 59 anni, che rappresenta solo il 40% di quella totale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!