Attualità e politica

Con la pandemia sono calati i testamenti biologici

Con la pandemia sono calati i testamenti biologici con cui si indicano le cure e i trattamenti sanitari cui non si vuole (o si vuole) essere sottoposti nel caso in cui ci si trovi nell’impossibilità di esprimere la propria volontà.

Nel 2020 ne sono stati depositati 11.096 contro gli oltre 145mila dell’anno prima. Il primo censimento completo, aggiornato al 15 dicembre 2020, fornito al Sole 24 Ore dal ministero della Salute, è stato redatto grazie ai dati contenuti nella Banca nazionale delle Dat (Disposizione anticipata di trattamento) che opera presso il ministero. Ciò che emerge è che la legge 219 varata nel 2017 non è ancora molto conosciuta e soprattutto anche le persone che la conoscono, hanno le idee confuse a riguardo.

Secondo un’indagine effettuata da Vidas, associazione che offre assistenza gratuita ai malati terminali, a fine 2019 solo il 19% degli intervistati conosceva nel dettaglio la normativa, mentre solo il 28% ne aveva sentito parlare. Con la pandemia poi tutto è diventato più complicato: dal fissare gli appuntamenti al reperire le informazioni.

“Decidere ora per allora non è semplice, soprattutto quando ci si deve confrontare con il tema della morte, e non in modo astratto e universale ma concreto e che è sempre possibile modificare o revocare un biotestamento perché, le valutazioni e i significati che si danno alla vita e alla sofferenza cambiano nel tempo”, spiega al Sole 24 Ore Roberto Monaco, segretario della Federazione nazionale degli ordini dei medici e degli odontoiatri.  

“Bisogna distinguere fra le Dat espresse da persone in buona salute da quelle predisposte da soggetti con malattie croniche. Nel secondo caso è importantissimo che il paziente pianifichi, insieme al medico, il suo futuro e le cure a cui vorrebbe (o non vorrebbe) essere sottoposto”, sostiene spiega Luigi Riccioni, responsabile del comitato etico della Società italiana Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!