Attualità e politica

Davigo non si rassegna: il ricorso al Csm per la mancata nomina

Non ancora rassegnato alla pensione, Piercamillo Davigo continua a cercare di far valere le sue idee. Lunedì la Commissione verifica titoli del Csm si esprimerà sulla sua richiesta di rimanere in Consiglio, mercoledì sarà poi la volta del plenum.

Ma non finisce qui. Davigo ha fatto ricorso contro la sua mancata nomina a presidente aggiunto della Cassazione nel 2018. Con 18 voti contro 1, veniva nominato Domenico Carcano.

Davigo ha contestato che il Consiglio non avesse considerato i suoi titoli, migliori di quelli di Carcano. Ha presentato ricorso al Tar che gli ha dato torto e poi al Consiglio di Stato che, invece, ha sostenuto la sua teoria e annullato la delibera con cui il Csm aveva eletto l’avversario.

Il magistrato rivendica ora quell’incarico e il ricalcolo della relativa retribuzione, oltre al risarcimento del danno. A rendere il tutto più complesso, un palese conflitto di interessi: le richieste di Davigo sono rivolte al Consiglio Superiore della Magistratura, di cui lui stesso fa parte.

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!