Attualità e politica

Il piano flessibile di ITA con 48 aerei e 5.000 dipendenti

La nuova Alitalia metterà in pista 45-48 aerei (invece di 52) e avrà un personale complessivo tra i 4.500 e i 4.800 dipendenti e non più di 5.500, come annunciato in precedenza.

Come racconta La Stampa, si è tenuto ieri il consiglio di amministrazione di Ita, la newco creata col precedente governo che doveva riprendere le attività di Alitalia, per studiare la pianificazione dei prossimi mesi, una volta terminata la fase di dialogo con Bruxelles. Il piano sarà “flessibile” e comincerà con l’utilizzo di solo due miliardi dei tre messi a disposizione dal governo, tenendo la quota restante come cassa di credito per necessità future.

L’attività ripartirà nel giro di due mesi, rilevando da Alitalia solo aerei, piloti e rotte (all’inizio saranno 61, saliranno a 93 nel 2025). Per quanto riguarda gli altri asset, si procederà a tappe, partendo dal settore dell’aviation e poi dell’handling. Successivamente ITA potrebbe essere anche affiancata da un partner come Lufthansa per partecipare alla gara da bandire entro l’estate.

Per Bruxelles rimane il tema fondamentale della discontinuità e solo soddisfacendo questo requisito, potrà partire il piano rilancio. In questo modo ITA non dovrà pagare 1,3 miliardi di aiuti di Stato che l’Ue ha contestato nell’ambito dei numerosi sostegni dati alla compagnia di bandiera.

Una fonte del governo ha fatto sapere che “c’è la determinazione di voltare pagina. Si sta lavorando con l’obiettivo di rendere indipendente ITA, che deve essere in grado di operare senza gravare sui conti dello Stato”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!