LifestyleViaggi

Blue Estate: la prima isola artificiale a impatto zero

Si chiamerà Blue Estate la prima isola totalmente artificiale a impatto zero che nascerà tra Miami e le Bahamas. Prenderà il nome dalla compagnia che sta promuovendo il progetto, che prevede l’utilizzo di “moduli in calcestruzzo ad altissime prestazioni”, in grado di resistere anche agli uragani più violenti. L’isola, che sarà privata, verrà alimentata dalla luce solare, sarà dotata di un sistema moderno di riciclo delle acque e di smaltimento dei rifiuti: sarà a impatto zero dal punto di vista energetico. Grazie alla sua posizione, sarà un centro di ricerca sugli oceani.

Come racconta Repubblica, avrà un’area di un chilometro scarso per un chilometro e 400 metri, circa la metà del Principato di Monaco, e potrà ospitare 15mila persone. Verranno costruite, infatti, residenze minori, come monolocali da 16.300 euro, ma anche grandi ville dal valore di un miliardo di euro.

Verranno costruiti negozi e attività sportive, ospedali e scuole, oltre che ristoranti, caffetterie, teatri, e piscine. Sarà un’isola stabile e gli abitanti non percepiranno nessun movimento dell’acqua.

La Blue Estate ha garantito che sarà un paradiso fiscale: “zero tasse, regolamenti minimi e pochi obblighi di rendicontazione”, come spiega la compagnia che ha finanziato il progetto. La vendita delle proprietà partirà nel giro di un paio di anni ma per metterci piede bisognerà aspettare il 2025.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!