LifestyleTendenze

Cina, la sentenza per un divorzio: risarcimento di lui per il lavoro svolto dalla moglie in casa

Si dovrebbe chiamare divorzio alla cinese: una coppia decide di separarsi e all’uomo viene ordinato di retribuire il lavoro domestico svolto dalla moglie in casa negli anni di matrimonio. È quanto successo a Pechino dove il giudice ha applicato il nuovo codice Civile. Finora nella separazione venivano divisi solo i beni tangibili e gli alimenti venivano corrisposti solo in presenza di un accordo prematrimoniale.

Come racconta il Corriere della Sera, è stato in questo caso applicato l’articolo 1088 che recita: “Se uno dei coniugi è caricato del peso delle incombenze familiari ha il diritto di chiedere un giusto compenso in caso di divorzio”. Così la donna ha dimostrato che il marito non si è mai interessato delle faccende domestiche e il giudice le ha riconosciuto un risarcimento di 50mila yuan per i cinque anni, pari a 6.400 euro. La donna ha però presentato appello, considerando che 50 yuan è lo stipendio annuale di una governante. La richiesta è di 160mila yuan.

La notizia è diventata virale sui social, raccogliendo il consenso delle altre donne felici di aver un riconoscimento per il loro lavoro, e il disappunto di altre che hanno dichiarato che non sposarsi sarebbe meglio.

Intanto uno dei magistrati coinvolti alla radio statale ha dichiarato: “Abbiamo cercato di calcolare quanto abbia lavorato la signora, abbiamo valutato il reddito dell’ex marito e considerato il costo della vita nella zona di Pechino in cui la coppia abitava, ma naturalmente abbiamo bisogno di accumulare esperienza”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!