LifestyleTendenze

A Milano arriva il teatro delivery: nei giardini e cortili con un pubblico ridotto

Il teatro nei cortili condominiali e nei giardini: questa l’idea di un gruppo di attori, musicisti e scrittori di Milano. Il tutto si svolge rigorosamente sotto prenotazione per un pubblico di massimo 6,7 persone. Nasce così il teatro delivery: le persone chiamano e il cast accorre.

“Gli spettacoli in streaming da soli non tengono vivo il settore. C’è sicuramente lo sforzo e il coraggio di reinventarsi per necessità economica ma non è solo quello. Un amore più profondo ci muove: non possiamo lasciare che il nostro lavoro si snaturi”, afferma al Corriere della Sera una drammaturga molto attiva con questa nuova forma di pièce teatrale.

Le definiscono Usca adattando il nome dei nuclei pensati dal governo per dare supporto alle persone affette da Covid19: diventano Unità speciali di continuità artistica e nel giro di un mese sono tanti gli spettacoli che sono stati fatti, nonostante il divieto di pubblicità per evitare i rischi di assembramenti.

Il teatro è relazione, socialità e cultura. Gli artisti stanno via via perfezionando le loro esibizioni e le loro raccolte di adesioni, prima via Facebook e poi con gruppi WhatsApp di cui fanno parte centinaia di cittadini. Unica regola: divertirsi e mantenere il distanziamento.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!