Lifestyle

Roberto Mancini a LaChirico: «Siamo sotto una bolla: ma con la giusta attenzione lo sport può andare avanti»

Roberto Mancini, tecnico della nazionale e allenatore
dell’Italia, è intervenuto nel corso della seconda giornata dell’evento “Rinascita Italia. The young hope”, promossa dall’associazione Fino a prova contraria.

«Fortunatamente io andai a bologna nel ’78 e nell’80 inizia ad indossare la maglia azzurra. L’emozione è stata fortissima: quando inizi a giocare nelle nazionali giovanili e senti l’inno, forse sei ancora un bambino, ma inizi a capire l’importanza di essere un giocatore della nazionale.

Credo che rappresentare la nazionale italiana, soprattutto nel calcio che è uno sport amato da tutti e forse rappresenta l’unico momento in cui in Italia tutti tifano per la stessa squadra, è un’emozione straordinaria. La nazionale italiana ha un passato straordinario in tutti gli sport, è qualcosa che è sempre andato bene nel nostro Paese.

Ho fatto dei sacrifici nella mia vita, per arrivare a certi livelli bisogna farne. Per arrivare a obiettivi importanti devi avere regole rigide anche da giovane. In uno sport di squadra è importante che tutti le rispettino; se una squadra ha tutte le componenti giuste si può centrare l’obiettivo iniziale.

Lo sport ai tempi del Covid

Qualcuno che ha più paura di altri ci sarà, ma i giocatori non lo danno a vedere. Fortunatamente noi siamo sotto una bolla, veniamo testati ogni tre giorni. Ma come è successo proprio qualche giorno fa, qualche problema il Covid ce lo crea. Con la giusta attenzione però penso si possa andare avanti ugualmente».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!