CLEAN ENERGYEconomiaINNOVAZIONE

Leonardo e Snam insieme per idrogeno e cybersecurity

Leonardo e Snam hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per sviluppare le rispettive competenze tecnologiche a supporto dell’innovazione e della sostenibilità dell’industria energetica. Focus su digitalizzazione, monitoraggio, sicurezza fisica e cyber dei processi, ma anche lo sviluppo dell’economia dell’idrogeno, che avrà un ruolo chiave nel raggiungimento degli obiettivi europei di decarbonizzazione.

“L’accordo rientra nell’alveo delle nostre roadmap di sviluppo tecnologico e di mercato identificate nel piano strategico Be Tomorrow – Leonardo 2030, improntato a una crescita sostenibile di lungo termine, che prevede anche lo sviluppo di sistemi avanzati per monitorare e difendere le infrastrutture critiche, così come l’evoluzione dei sistemi aeronautici legata alla transizione ecologica”, ha dichiarato Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo.

“Rendere sostenibili i settori chiave dell’industria e proteggere le infrastrutture critiche – ha commentato Marco Alverà, Amministratore Delegato di Snam – rappresentano sfide prioritarie per il futuro della nostra società. Nasce da qui la nostra collaborazione con Leonardo, mettendo a fattor comune le competenze e la capacità di innovazione di due eccellenze italiane per sviluppare tecnologie finalizzate a rafforzare la sicurezza delle reti energetiche, ottimizzarne la gestione e decarbonizzare il settore aeronautico attraverso l’idrogeno”.

La partnership tra Leonardo, unica azienda italiana dedicata al presidio delle tecnologie strategiche per la sicurezza dei Paesi in cui opera, e Snam, tra le principali aziende di infrastrutture energetiche al mondo, si concentrerà prevalentemente sulla sicurezza cibernetica delle infrastrutture critiche, su tecnologie IoT (Internet of Things) e sensoristica avanzata per il monitoraggio delle reti energetiche e sull’introduzione dell’idrogeno nel settore aeronautico.

Gli ambiti di collaborazione spaziano dall’Industry 4.0 – con applicazioni per la gestione digitalizzata delle infrastrutture e dei processi industriali basate su IT, OT, IoT (Internet of Things), Artificial Intelligence e Machine Learning, Big Data, Blockchain, Advanced Analytics e Digital Twin – alla sicurezza delle infrastrutture, avvalendosi di soluzioni di Situational Awareness, tecnologie di comunicazione mission critical e sensoristica avanzata, fino all’utilizzo di droni e satelliti per il monitoraggio degli asset. In ambito cyber security, la partnership riguarderà i contesti di analisi della minaccia, monitoraggio, rilevazione e risposta agli attacchi informatici.

L’accordo, di durata triennale, prevede che le soluzioni congiunte possano trovare applicazione anche presso altri player internazionali del settore delle grandi reti energetiche.

Redazione

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!