Internazionale

I leader libici ad Ankara: così Erdogan sfida Draghi

Le parole di Mario Draghi che in conferenza stampa ha definito il leader turco Erdogan un dittatore, hanno creato non poche tensioni con Ankara. Erdogan non ha risposto direttamente, ma ci hanno pensato i suoi uomini che hanno parlato di “una dichiarazione populista e inaccettabile”.

La strategia della Turchia sembra giocarsi ora sul fronte libico: oggi e per altri due giorni e mezzo, il governo di Tripoli sarà in visita ad Ankara. Al vertice parteciperà il premier Abdul Hamid Mohammed Dbeibah insieme a 13 ministri, il capo di Stato maggiore dell’esercito e il governatore della Banca centrale.

Come racconta Repubblica, entrambe le delegazioni hanno fatto sapere che il summit vuole rilanciare i progetti nel campo delle costruzioni, ritornando al periodo in cui erano ben 128 le aziende turche attive sul territorio libico. Inoltre, i leader dei due paesi dovranno affrontare il tema del Memorandum firmato nel 2018 che ha dato vita ad una zona di giurisdizione marittima turco-libica, che divide di fatto in due il Mediterraneo e che già il primo ministro greco, in un incontro di pochi giorni fa a Tripoli, aveva chiesto di rimuovere.

La scelta della Libia non è casuale: nella prima missione all’estero il premier Draghi si è recato a Tripoli per rilanciare i rapporti sul fronte politico ed economico.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!