LifestyleTendenze

Snam introduce la mindfulness nei servizi di digital detox

“Nella nuova normalità la mindfulness rientrerà nei servizi di digital detox, funzionali alle nuove modalità di lavoro”, lo afferma Paola Boromei, executive vice president human resources and organization di Snam. Durante la pandemia una buona parte dei dipendenti del Gruppo sono stati costretti allo smart working, “spesso estremo, con modalità always on”.

Come racconta il Sole 24 Ore, proprio per questo le risorse umane di Snam hanno deciso di mettere a disposizione “una serie di iniziative di carattere organizzativo per ricondurre tutto a un’ottica di conciliazione. La mindfulness è una di queste. È stata un’esperienza positiva per passare dall’ansia e dallo stress alla profonda consapevolezza di sé. Qui e ora”, spiega Boromei.

Tra i vari benefici, la pratica della mindfulness, una forma di meditazione di origine buddhista, aiuta l’automanagerialità, la determinazione, la fiducia in se stessi e favorisce una migliore gestione dell’ansia. Ai primi due corsi organizzati online, hanno preso parte 200 persone da casa e le iscrizioni sono andate sold out in pochi giorni.

Questo è solo un tassello del programma di welfare che Snam ha definito: “Abbiamo fatto campagne di test tamponi sul territorio per dipendenti e famiglie e dato loro un saturimetro, ci siamo occupati di mental health per gestire i sentimenti delle persone in una fase di home working in cui c’è una forte mancanza di stimoli dovuti all’isolamento e alla stanchezza generata da questa condizione. Abbiamo misurato lo stato di benessere attraverso survey e abbiamo rinnovato tutto il piano di welfare e wellbeing anche con piani personalizzati”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!